Mondiali, chilometri percorsi: Darmian il migliore azzurro e Balotelli il peggiore

La FIFA, come spesso accade, ci regala delle curiose classifiche sulle statistiche delle varie competizioni internazionali. In questo periodo, non poteva evitare di analizzare i Mondiali in Brasile. Nonostante il caldo, le motivazioni non mancano e la voglia di vincere porta anche a superarsi. E’ questo il caso dello statunitense Michael Bradley che ha percorso ben 54 chilometri nelle quattro partite disputate finora. A completare il podio troviamo il cileno Marcelo Diaz e l’americano Jermain Jones.

Ottimi anche i numeri degli svizzeri Gokhan Inler e Stephan Lichtsteiner che hanno percorso rispettivamente 47 e 46 chilometri. Nella top ten troviamo diversi giocatori tedeschi, tra cui Philipp Lahm, Toni Kroos e Thomas Muller. Per trovare il primo giocatore azzurro dobbiamo allontanarci di molto dalla vetta. A 32 chilometri troviamo Matteo Darmian, il secondo italiano è Andrea Pirlo seguito a ruota da Giorgio Chiellini, Andrea Barzagli e Claudio Marchisio.

Uno dei peggiori azzurri è stato Mario Balotelli, fermo a quota 21 chilometri. Anche DanieleDe Rossi ha fatto registrare la stessa misurazione, ma con quarantacinque minuti in meno al suo attivo rispetto all’attaccante rossonero. Questi numeri non piaceranno ai fan di SuperMario, ma chiariscono il concetto espresso da Gianluigi Buffon e Andrea Pirlo dopo la sconfitta contro l’Uruguay. Per meritarsi la maglia della Nazionale, è necessario correre e sudare.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy