L’addio di Urby riapre una “falla”: lo scenario e due conseguenze…

La data fatidica è arrivata: Matìas Silvestre, Marco Amelia e Urby Emanuelson non sono più giocatori del Milan. Il loro contratto è scaduto ieri e da oggi sono ufficialmente svincolati. L’addio di Amelia e Silvestre al Diavolo era nell’aria, ma per molti quello dell’olandese poteva essere rimandato. Questo divorzio ha un significato particolare, sembra essere il primo passo dell’epurazione invocata da Barbara Berlusconi da Mino Raiola e suoi assistiti: il prossimo potrebbe essere Mario Balotelli che rappresenta sicuramente il caso più spinoso. L’addio di Emanuelson è cosa buona e giusta, ma con Kevin Constant in bilico e le posizioni di Mattia De Sciglio ed Ignazio Abate ancora da definire al 100% serve almeno un giocatore nuovo sul fronte terzini.

Proprio Abate, in questi giorni in vacanza “insieme” a Filippo Inzaghi, potrebbe essere l’unico uomo di Raiola più vicino alla permanenza in rossonero. Di conseguenza chiarirebbe la situazione sul discorso terzini, ma al momento non ci sarebbe nessuna certezza in merito. In questo momento sono proprio le certezze che mancano ai tifosi rossoneri. Gli arrivi di Alex, Jérémy Ménez e Micheal Agazzi non possono chiudere il calciomercato del Milan. Effettivamente sono stati fatti passi avanti rispetto alla scorsa stagione, ma non basta. L’addio di Emanuelson lascia un buco sulle fasce che deve essere colmato il prima possibile, il nuovo allenatore rossonero potrebbe essere in difficoltà sin dalle prime amichevoli della prossima stagione.

E’ doveroso sottolineare che sia De Sciglio che Abate erano nella spedizione azzurra ai Mondiali brasiliani ed entrambi inizieranno a prepararsi in ritardo rispetto ai compagni di squadra. Servono al più presto alternative ed è necessario che venga fatta la giusta chiarezza. Nelle ultime settimane si sono sentiti diversi nomi a riguardo: l’ultimo della lista è Diego Contento del Bayern Monaco che si aggiunge ai soliti Davide Santon del Newcastle e Shkodran Mustafi della Sampdoria. Questi giocatori potrebbero essere delle valide alternative per il Milan, giovani e con una buona esperienza in campo internazionale: Santon e Contento sono del 1990, mentre Mustafi è del 1992. Ad eccezione del giocatore del Bayern Monaco, gli altri hanno dimestichezza con la Serie A e potrebbero davvero rappresentare un valore aggiunto per il futuro rossonero.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy