Giletti: “Conte aveva un accordo con il Milan”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Il noto conduttore televisivo Massimo Giletti, in esclusiva ai microfoni di RTL, ha analizzato la situazione di casa Juve dopo l’addio di Antonio Conte e ha lanciato un’indiscrezione davvero clamorosa. Ecco le sue parole in merito alle motivazioni delle dimissioni del tecnico pugliese: “Non penso di svelare niente di segreto, ma Conte aveva in mano un accordo col Milan e questo, in casa Juve, non è piaciuto e credo abbia portato a una situazione più complessa“.

E ancora: “Non dico qualcosa di estremamente riservato, ma ho le mie fonti: lo sanno in pochi. Credo che uno dei tanti motivi sia stato anche questo, la tensione dopo tre anni di successi, la voglia di andar via, di provare un’altra esperienza, di considerare difficile rivincere ancora con la stessa squadra aveva probabilmente spinto Conte ad avvicinarsi ad altri club, leggasi Milan. È curioso che Conte dovesse andare al Milan e ora la Juve prenda l’ex Milan, Massimiliano Allegri: è un intreccio degno di Kafka”.

Infine, su Allegri, nuovo allenatore della Juventus: “Io penso che chiunque arrivi, in questo caso Allegri, avrà grandi difficoltà: si trova a sostituire quello che ha fatto risorgere la Juventus, perché il 60-70% del successo di questa squadra è dovuto alla grinta e alle capacità tecnica di Conte“.