Manfrin (ag. FIFA): “Cerci non serve al Milan, meglio Martinez ma il Porto…”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

“Chi dorme non piglia gli scudetti”. Potrebbe essere questo il nuovo motto di Inzaghi. Il Mister infatti, non sembra permettere alla società di perdere tempo in vista del campionato della prossima stagione e preme il piede sull’acceleratore costringendo a smuovere (finalmente) qualcosa nel panorama del calciomercato rossonero.

A parlare del panorama di calciomercato rossonero è l’agente FIFA Gianluca Manfrin, in esclusiva per IlSussidiario.net: “Non credo che Cerci sia quello che serve in questo momento al Milan. Ci sono già Menez ed El Shaarawy che possono giocare come esterni nell’attacco titolare. E poi Niang e Mastur che potrebbero essere utili nella zona in cui agisce Cerci, il Milan dovrebbe coltivare loro anche se sono giovanissimi e Niang ha mostrato qualche limite di continuità. Martinez? a livello tecnico sarebbe un attaccante da Milan, ma il Porto chiede tanto per lui così come per tutti i suoi giocatori. Anche se farebbe la differenza in Italia, la trattativa mi sembra fuori dalla portata del Milan”.

Così, a proposito del futuro di Balotelli: “Al momento non vedo squadre disposte ad acquistarlo, non ai 20 milioni che ha versato il Milan nel 2013. Inzaghi ha parlato di partenza da zero con Balotelli ma penso che preferisca Pazzini come centravanti titolare”. Manfrin ha poi spostato l’attenzione su Abate: “Il Milan giocherà solo in campionato e in Coppa Italia e Galliani è stato chiaro, la rosa va ridotta. Abate? potrebbe partire”.