Menez sta lavorando sodo e mister Inzaghi non lo perde mai di vista. Il francese vuole stupire Superpippo

albertazzi menez
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

E’ indubbiamente Jeremy Menez il giocatore che sta ricevendo più attenzioni da Filippo Inzaghi in questi primi dieci giorni di ritiro a Milanello. Il fantasista francese, come affermato dalla Gazzetta dello Sport, si sta impegnando duramente ed è riuscito ad integrarsi subito alla perfezione all’interno del gruppo. Del resto, il fatto di aver giocato già tre anni in Italia con la maglia della Roma e la presenza di tanti francesi (o quanto meno francofoni) in squadra, facilitano senza dubbio l’inserimento di un giocatore, che, inoltre, per carattere, è molto espansivo e socievole con tutti.

Inzaghi-Menez, dunque: un’ottima coppia di lavoro, con SuperPippo che ha voluto fortemente l’ex Monaco, a costo di “andare a prenderlo” fino ad Ibiza con un vero e proprio blitz che lo ha strappato alla concorrenza. Menez è l’ideale per il 4-3-3 del nuovo tecnico, un’ala veloce e tecnica, in grado anche di dar manforte all’azione difensiva senza perdere poi lucidità per le scorribande offensive.

L’etichetta che lo ha accompagnato in carriera, però, è stata quella di una ragazzo non sempre con la testa sulle spalle, una sorta di “degno erede” di Boateng, Balotelli e Taarabt, ma questo è un aspetto che non preoccupa Inzaghi, che proprio per questo motivo sta dando grandi attenzioni al nativo di Longjumeau, in modo tale da farlo sentire subito al centro del progetto rossonero. Del resto lo stesso Jeremy ne è consapevole: il tempo dei “colpi di testa” deve finire, soprattutto se vuole riconquistare la Nazionale francese. Mister Inzaghi è pronto, l’uomo delle grandi sfide vuole vincere anche questa.