Mister Inzaghi non cambia abitudini: “Chiamatemi Pippo”

“La cosa più importante è ricreare il DNA del Milan. Quando sono venuto qui oggi, ho visto un entusiasmo che mi ha fatto venire i brividi”. Conferenza stampa del raduno, 10 luglio 2014.
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Lo aveva detto anche il giorno della sua conferenza stampa: “Non mi interessa che i giocatori mi diano del “lei”, il rispetto si capisce da altre cose“. Chiaro e diretto, i giocatori hanno raccolto volentieri l’assist di Mister Inzaghi che, secondo quanto riferisce La Gazzetta dello Sport, per i tanti ex compagni resta “Pippo”. Tra questi ci sono Bonera, Abbiati, Pazzini e capitan Montolivo. Solo i ragazzi della Primavera aggregati in ritiro usano un più formale “lei”.