GaSport: lo spogliatoio era quasi del tutto contro Seedorf

Il botta e risposta tra Deborah Martin (“Il Milan non avrebbe dovuto permettere quelle dichiarazioni contro Seedorf”) ed il Milan (“Qui esiste la libertà di pensiero dei giocatori“) non hanno fatto altro che inasprire i toni della disputa tra l’allenatore olandese ed il club rossonero. La Gazzetta dello Sport in edicola oggi ha parlato di come lo spogliatoio negli ultimi sei mesi fosse praticamente frazionato a metà: da un lato “il blocco italiano” che non appoggiava Seedorf ed i suoi metodi ed infatti non è un caso che le “interviste della discordia” siano venute da gente come Poli, Montolivo, Pazzini. Dall’altro lato, la frangia che sosteneva l’ex Botafogo, capitanata da Amelia, De Jong e Kakà. La battaglia legale sarà a dir poco incandescente…

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy