GaSport, Berlusconi alla squadra: “Seguite Inzaghi e cerchiamo il bel gioco, così niente è impossibile”

berlusconi milanello
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Era la prima volta che Silvio Berlusconi incontrava Filippo Inzaghi in quel di Milanello, ma soprattutto era la prima volta che il patron rossonero teneva un discorso al suo nuovo Milan. Oltre un’ora di parole, con un concetto chiaro, secondo la ricostruzione della Gazzetta dello Sport: “Ra­gaz­zi, il calcio è cam­bia­to e non pos­sia­mo com­pe­te­re con gli sceic­chi. Ma se io vi sto vi­ci­no, voi se­gui­te Inzaghi e in­sie­me cer­chia­mo il bel gioco, nien­te è impossibile”.

Tra i siparietti nella sala del Camino di Milanello, ecco la presentazione con Hachim Mastour che sembra aver impressionato Berlusconi nelle uscite estive. Poi qualche bar­zel­let­ta, stret­te di mano e sorrisi. “Un clima molto sereno“, come testimoniato dai presenti che hanno portato a casa un messaggio chiarissimo: Inzaghi ha tutto l’appoggio della proprietà. E ieri se n’è avuta la consacrazione.

E ancora: “Il cal­cio of­fen­si­vo è il modo mi­glio­re per rea­gi­re“, ha detto ieri il presidente, promettendo di ri­ta­glia­rsi un po’ di tempo per stare vi­ci­no alla squa­dra. Resta da scoprire quali schede tecniche ci fossero dentro la car­tel­li­na ros­so­ne­ra che l’ex premier ha tenuto a lungo in mano. Probabilmente i profili del prossimo colpo di mercato.