Salta il vertice con Cairo a Forte dei Marmi: ora Cerci si raffredda

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

La priorità del Milan è trovare il nuovo attaccante che prenda il posto di Mario Balotelli, ceduto al Liverpool. La conferma è arrivata oggi da Adriano Galliani. E una ulteriore riprova è l’improvvisa frenata sul fronte che porta ad Alessio Cerci. Una telefonata tra lo stesso Galliani e Urbano Cairo, infatti, avrebbe fatto saltare l’appuntamento inizialmente fissato in questi minuti a Forte dei Marmi.

Secondo Gazzetta.it, la telefonata è servita per fissare un nuovo appuntamento, ma, intanto, resta la conferma sul fatto che la ricerca dell’esterno d’attacco non sia in cima all’agenda di Galliani e Inzaghi. Probabilmente, in base alla ricostruzione del pomeriggio in Versilia riportata da Sky Sport, le prestazioni di Menez, El Shaarawy e Honda hanno convinto il Milan a concentrarsi prima sull’obiettivo della punta.

Ma va anche ricordato che Cairo nelle ultime ore aveva parlato di “altre offerte” per Cerci, lamentandosi del “braccino corto” di Galliani. Insomma, ora più che mai c’è la sensazione è che questo possa essere un affare in chiusura negli ultimissimi giorni del mercato.