Cerci, scoppia il caso su Twitter. Annuncia l’accordo con l’Atletico, poi dice: “Non ho postato nulla”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

UPDATE (22.45)/ Secondo l’esperto di mercato di Sky Sport 24, Gianluca Di Marzio, la versione fornita da Alessio Cerci circa il tweet poi rimosso è plausibile “perché il club di Cairo e l’Atletico Madrid sono ancora lontani, sulla cifra dell’operazione”. Sempre secondo Di Marzio, “la trattativa è concreta, e si potrebbe chiudere in futuro. Ma non è ancora tutto definito”. E ancora: “I rossoneri sembrano essersi fatti da parte. Abbandonando la pista”.

Alessio Cerci vicino all’Atletico Madrid, una notizia che è rimbalzata per tutto la giornata trovando il suo culmine poco fa quando lo stesso attaccante del Torino ha annunciato via Twitter: “Accordo con l’Atletico, grazie al Toro e ai suoi tifosi per tutto“. Pochi minuti dopo però il messaggio del granata è stato rimosso. Opera di hacker, oppure il giocatore ha affrettato i tempi dell’annuncio?

In realtà, a stretto giro, lo stesso Cerci ha spiegato a Sky Sport 24: “Non ho mai postato nulla, sono del Toro. Sono qui con i miei compagni e non ho assolutamente postato nulla. Ho ricevuto un sacco di chiamate e messaggi, ma io stavo giocando alla play e qualcuno deve essere entrato nel mio profilo e per scrivere il messaggio. Mi ha chiamato anche l’ufficio stampa per chiedermi cosa avevo fatto e io sono caduto dalle nuvole. La password del mio Twitter ce l’ho solo io, non so come possa essere accaduto”.

E ancora: “E’ una cosa assolutamente falsa che io non ho scritto. Dopo tre minuti è stata cancellata e non ho fatto io nemmeno quello: mi sono entrati su twitter, ora sentirò il mio legale e vediamo”. E ancora: “Di mercato parliamo un’altra sera che già questa cosa mi ha scombussolato: cosa succederà non lo so, ma ci tengo a precisare che io non sono un giocatore dell’Atletico Madrid ma del Torino. L’interessamento delle società fa piacere, ma adesso sono un giocatore del Torino”.