Pazzini ed Honda, dopo il periodo-Seedorf ora pienamente considerati

Due giocatori rivitalizzati dalla “cura” Inzaghi dopo il periodo nero con Seedorf: parliamo di Giampaolo Pazzini e di Keisuke Honda. Messi ai margini durante la fallimentare era Seedorf, i due ragazzi si sono proposti benissimo durante il precampionato appena passato e vantano realistiche velleità di titolarità durante la stagione che oggi inizia. Forse non proprio di titolarità, ma comunque di seria considerazione da parte del tecnico, mister Inzaghi.

La partita contro la Lazio di oggi (la prima di campionato a San Siro contro i biancocelesti evoca ricordi di stagioni andate a finire pittosto bene…) vedrà probabilmente il giapponese, titolare, mentre Pazzini sarà costretto a guardare la sfida in Tv per un problema muscolare accusato ieri a fine allenamento. E proprio ieri in conferenza stampa il Mister si è soffermato sia su Honda che sul Pazzo. Partiamo dalle dichiarazioni sul “samurai”: “Deciderò se sarà titolare. Sta facendo bene ed è un grande professionista. Non so se giocherà dall’inizio o meno ma ho molta stima di lui. E’ molto stimato dai suoi compagni”. Insomma, belle parole, quelle di un allenatore che si sbilancia e che apprezza pubblicamente i suoi giocatori. Bravo Pippo!

Anche su Pazzini il Mister non si risparmia parlando molto chiaro: “E’ un leader di questo progetto e sa la mia considerazione nei suoi confronti. Sceglierò cosa fare domani, sarà difficile farlo. Conte ha parlato anche di lui. E’ al centro del mio progetto, sia che parta da titolare sia che parta dalla panchina”. Tutti parte del progetto, tutti utili: così si conquistano le vittorie e si cimenta il gruppo. In bocca al lupo Pippo!

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy