Diego Lopez, ingaggio in sospeso. Pensieri Valdes, Romero e Perin

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter
Per l’ingaggio di Diego Lopez il problema è… l’ingaggio. Milan e Real Madrid hanno già raggiunto l’intesa per un acquisto a titolo definitivo, ma il portiere spagnolo (32 anni e contratto in scadenza 2017) è rigido su una richiesta di stipendio esagerata: 4 milioni. I rossoneri offrono 2.5, quasi il limite massimo imposto soprattutto dal bilancio.E’ in ballo anche la durata del possibile contratto, 3 anni la soluzione più logica. Nel weekend Forte dei Marmi ospiterà una serie massiccia di incontri: da Filippo Inzaghi a Quilon, agente di Diego Lopez, fino a Kia Joorabchian. E non solo. Tutti a casa di Galliani. La situazione Diego Lopez rimane in primissimo piano, i telefoni scottano ma di grosse novità oggi non ce ne sono.Ecco perché il discorso più interessante, si interroga La Gazzetta dello Sport, prende in considerazione le alternative: Victor Valdes, Romero e Perin (in Versilia ci sarà Preziosi).