L’attacco si è svegliato sulle intuizioni di Balotelli e Honda: i top e flop di Milan-Chivas

PAZZINI CHIVAS
Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Difficile assegnare delle insufficienze nell’amichevole contro il Chivas. Positive, piuttosto, le prove di alcuni singoli che si inseriscono alla perfezione nei passi avanti compiuti dalla squadra.

TOP

NIANG: si conferma il migliore nel precampionato rossonero. Sta facendo di tutto per farsi confermare, difficilmente non ci riuscirà. Il gol sintetizza al meglio la sua voglia di restare a Milanello.

BALOTELLI: cinque minuti da bomber vero. Tra il 31′ e il 36′ del primo tempo, porta all’ammonizione tre avversari e, sulla terza punizione battuta di fila, realizza un capolavoro balistico.

HONDA: due dei tre gol passano dalle sue idee. Direttamente quello di Niang, più indirettamente quello di Pazzini, che nasce dall’assist di Essien servito, a sua volta, proprio dal giapponese. La sua tecnica serve come il pane.

PAZZINI: non c’è solo il gol. C’è la voglia di rimettersi in gioco, di allontanare le voci di mercato e di mettersi a disposizione di Inzaghi. Secondo tempo di qualità e quantità. Gol di rapina, quello che serve.