Trapattoni: “Mario, i treni giusti passano, non sciupare questo momento della tua vita”

Share on facebook
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on twitter

Ai microfoni della Gazzetta dello Sport, Giovanni Trapattoni ha parlato anche di Mario Balotelli: “Mario mi colpisce dal punto di vista umano. Quando vedi un ragazzo piangere capisci che dentro ha delle cose importanti. Un allenatore non deve mai smettere di parlare con chi ha un animo sensibile. Io stavo fino all’una di notte nelle camere dei miei giocatori. Era giusto confrontarsi con campioni come Platini. O come Boniek. Balotelli è un talento senza pace. Un consiglio gratis per Balotelli? Caro Mario, ricordati che sei a cavallo di un destriero incontrollabile. Hai classe, entusiasmo, hai forza contrattuale. Non sciupare questo momento della tua vita. La carriera di un calciatore è breve. I treni giusti passano. Una, due, tre volte. Non mille. Poi ti ritrovi all’improvviso vecchio e dimenticato. C’è una persona che avrebbe il dovere di aiutare Balotelli. Mi riferisco al suo agente Raiola. Balotelli non è solo una miniera da sfruttare. Lui deve tutelare l’essere umano. Deve spiegargli i suoi errori anche a costo di perderlo. Le miniere mal sfruttate si esauriscono in fretta”.