Inzaghi, l’avvocato del Diavolo in stile Mou: giù le mani dal Milan

Per La Gazzetta dello Sport si è vestito da avvocato (del Diavolo, aggiungiamo noi). Per il Corriere della Sera ha ricordato José Mourinho. In ogni caso, l’Inzaghi di ieri in conferenza stampa non ha lasciato indifferenti. Teso, o semplicemente orgoglioso del suo Milan e stufo delle feroci accuse alla difesa dopo solo le prime 4 giornate di campionato. Il gruppo prima di tutto, i riflettori su di sé e la stampa contro piuttosto delle critiche ai singoli giocatori: Bonera, Muntari e De Sciglio, nessun colpevole. La forza della squadra esiste, SuperPippo ha fatto l’impossibile per recuperare un ambiente fragile e deluso. Non ha voluto sentire ragioni, smentendo qualsiasi frizione con Berlusconi ma anzi elogiandolo ancora per le sue presenze a Milanello. Di sicuro, se i suoi ragazzi difendessero in campo come lui difende a parole il Milan affronterebbe il Cesena con maggiore tranquillità…

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy