Verso Parma, Inzaghi ha in mente l’alternativa 4-4-2 per esaltare Jack ed El Nino

L’amichevole di ieri contro una formazione mista di Primavera e Beretti, con l’aggiunta di qualche elemento della prima squadra, ha dato ottime indicazioni a mister Pippo Inzaghi, che ha avuto modo di testare subito due dei tre nuovi arrivati, Torres e Bonaventura, con van Ginkel, invece, impegnato con l’Under 21 olandese. Il tecnico rossonero ha alternato due moduli diversi: nel primo tempo, ha schierato i suoi col canonico 4-3-3, con Bonaventura esterno a sinistra nel tridente che vedeva Torres centravanti e Menez a destra. Ma è stato nella ripresa che i due neo acquisti hanno mostrato il meglio, quando SuperPippo è passato al 4-4-2, il modulo che ha esaltato Bonaventura nei suoi anni all’Atalanta. Gol ed assist per il centrocampista marchigiano, come anche per il centravanti spagnolo, che duettava in avanti con Niang. Ecco, perchè, come rivela La Gazzetta dello Sport in edicola stamane, in vista della sfida di domenica in casa del Parma, Inzaghi ha a disposizione una nuova alternativa per rendere il suo Milan più imprevedibile. Del resto lo abbiamo detto: il mercato ha consegnato all’ex numero nove una rosa ricca di giocatori capaci di ricoprire più ruoli e, di questi, Bonaventura ne è l’esemplificazione più fulgida.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy