Svizzera, massaggiatrice “hot” licenziata dopo una festa

Guai in vista per il Lenzburg Fc, club svizzero in seconda lega interregionale. Il presidente Ulrich Bruder si è ritrovato nella casella di posta un filmato in questione – della durata di circa tre minuti – che immortala la massaggiatrice della squadra mentre fa sesso orale in un parcheggio con uno dei giovani giocatori, fra le grida d’incitamento dei compagni. Sembra che l’episodio sia avvenuto nel maggio scorso, al termine della festa di fine campionato celebrata al Mascotte, locale trendy di Zurigo. Il video è subito diventato un successo e ha fatto il giro della squadra, anche se non era ovviamente previsto che arrivasse al presidente Bruder. Che, finita la visione, ha licenziato “Carmen” la massaggiatrice, mentre i giocatori se la sono cavata con una multa. “Non potevamo cacciare metà squadra“, si è giustificato il dirigente, spiegando anche che il provvedimento nei confronti della donna è stato deciso dal consiglio del club. “Dovevano incolpare qualcuno e hanno scelto la vittima più facile, ovvero la sottoscritta – ha detto l’interessata -. La festa era totalmente fuori controllo, ma credo che quella sera qualcuno abbia messo qualcosa nei miei drink, perché anche se ne ho bevuti solo un paio, non riesco comunque a ricordare nulla di quanto successo. Il video famoso non l’ho mai visto, ma è stato molto spiacevole”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy