Van Ginkel, storie di esordi che lasciano il segno

Giovane, ma è arrivato per giocare. Marco van Ginkel lavora sodo a Milanello, sognando il debutto con la maglia rossonera. Lui che quando esordisce lo fa col botto. Lo ha dimostrato in Olanda. Anzi, se Inzaghi vedesse questi dati probabilmente ci farebbe subito in pensierino. Van Ginkel nei debutti ha sempre lasciato il segno: con il Vitesse, nella stagione 2010/2011 fece gol alla prima partita, contro l’Ajax. E poi ne giocò altre due da titolare. Era appena maggiorenne. Poi la stagione seguente: alla seconda partita, sempre col Vitesse, segnò un altro gol nel 4-0 al Venlo. E ancora nell’annata 2012-2013 addirittura una doppietta alla prima giornata in Europa League, contro il Plovdiv. E poi in campionato due assist nelle prime due partite: lui che era diventato ormai inamovibile titolare ad appena 20 anni. oltre 3.500 minuti giocati in quella stagione. Poi il passaggio al Chelsea: pochi minuti concessi da Mourinho nelle prime due partite. Poi l’infortunio. Pesante da smaltire. Ora il Milan all’orizzonte, e nei sogni una partenza lanciata come ai bei tempi. Van Ginkel, fatelo esordire. Non tradirà. (Fonte: Gianlucadimarzio.com)

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy