Sei qui: Home » Copertina » Essien: “Noi, un grande gruppo. Torres presto segnerà molti gol, Honda incredibile. La Fiorentina…”

Essien: “Noi, un grande gruppo. Torres presto segnerà molti gol, Honda incredibile. La Fiorentina…”

Queste le dichiarazioni rilasciate oggi, a Milanello, da Michael Essien a Milan Channel.

A Verona non è stata una gara facile, ma ce l’abbiamo messa tutta e ne siamo usciti vincitori. Personalmente è stata una bella cosa essermi riguadagnato la titolarità sul campo a Verona. Sono  molto felice del risultato e di aver aiutato la squadra a vincere. La mia posizione a Verona? Io gioco dove mi dice il mister, poco importa in quale zona. Abbiamo un grande gruppo e grandissimi giocatori che sanno farsi trovare pronti quando vengono chiamati in causa. Dobbiamo continuare a mantenerci su questa strada. Fernando Torres è un grandissimo giocatore e lo vedo ogni giorno allenarsi al massimo. Ci aiuterà molto in questa stagione e presto inizierà a segnare molti gol. Honda? É in uno stato di forma incredibile. Gioca sempre per la squadra e segna tantissimi gol. Speriamo possa mantenere ancora a lungo questo stato di forma e segnare ancora molte reti.

E ancora: “Mister Inzaghi è il nostro allenatore ed è ovvio che per noi sia importante. Sta facendo un grande lavoro. Ci lascia molta libertà sul campo, ci sprona a lottare sempre in tutte le situazioni e ci fa giocare bene al calcio. Il segreto del gruppo? Lavoriamo tutti duro, ma dobbiamo andare avanti così, continuando a lavorare duro come stiamo facendo in questi allenamenti. Contro la Fiorentina sarà una gara difficile, ma giochiamo in casa, davanti ai nostri tifosi. Questi tre punti sarebbero molto importanti e se giochiamo al meglio possiamo vincere”.

Infine: “Il razzismo? Sono molto triste per quello che è accaduto a Verona. Siamo nel 2014 e ci sono degli stupidi che fanno questo cose. Sono situazioni brutte a prescindere, per noi che giochiamo, ma anche per il calcio in generale. Anche ieri durante Cska Mosca- Manchester City sono avvenuto cose poco piacevoli. Io penso che sia arrivato il momento di fare qualche cosa per cercare di cambiare questa situazione e stoppare definitivamente queste cose che avvengono molto spesso negli stadi“.