Khedira-Milan, gli spiragli possono far sognare. Ma l’ingaggio no…

Milan-Khedira, si può sognare. Ma le speranze volano basso, gli ostacoli superano gli spiragli ancora prima di mettere i piedi nella trattativa. Il Milan ha il vantaggio di avere una sicurezza, ma non è il solo: il giocatore a giugno lascerà il Real Madrid, la scadenza del contratto nel 2015 la base di una separazione ormai condivisa.

Senza rinnovo e basso nella classifica delle gerarchie, chissà che il discorso non possa accelerare già a gennaio. Tuttosport, stamane, conferma e rinfresca l’argomento. Il problema si chiama concorrenza: quando e se si saprà della sua possibile cessione, l’interesse di mezza Europa non tarderà. Squadre con più potere economico dei rossoneri, in questo senso più spettatori interessati che acquirenti con portafoglio. Senza dimenticare l’ostacolo principale: l’ingaggio. Khedira guadagna 5 milioni netti a stagione e difficilmente abbasserà le sue pretese, anche perché i club disposti ad accontentarlo non mancherebbero: in primis l’Arsenal, vicina al 27enne (al momento fermo ai box per un problema muscolare) la scorsa estate.

L’amichevole legame, reciproco, tra Milan e Real Madrid potrebbe favorire un canale privilegiato, ma tutto o quasi dipenderà dalla qualificazione in Champions della squadra di Inzaghi. Khedira si può raggiungere, però forse al momento non si può ancora convincere. Servirà una strategia di fantasia ed efficacia, il Diavolo ci prova.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy