Sei qui: Home » This is Football! » Mondiali 2022, continuano le polemiche. La minaccia di Rummenigge: “Si faranno solo in un caso”

Mondiali 2022, continuano le polemiche. La minaccia di Rummenigge: “Si faranno solo in un caso”

Non finiscono le grane per i mondiali 2022 da disputarsi in Qatar. Di fronte all’ipotesi di un mondiale invernale, Karl Heinz Rumenigge ha lanciato un monito alla FIFA: “Un passaggio al periodo novembre-gennaio avrebbe un forte impatto sul nostro business e i calendari. Non possono essere i club a pagare il conto finale.” Il tedesco non chiude comunque a una possibile mediazione.

Rummenigge è il rappresentante istituzionale del Bayern Monaco all’Uefa e alla Fifa, e presidente dell’Eca, associazione che raccoglie 204 società calcistiche del vecchio continente. Nella tavola rotonda su economia e sport in cui ha preso parola non ha negato possibile risoluzione delle questione: “C’è un impegno molto forte, condiviso dalle parti interessate, noi siamo disponibili a discutere, a patto che nessun club venga danneggiato. Questa è la condizione, irrinunciabile, per i Mondiali invernali del 2022”.

Fonte: sportmediaset