Poli sempre in Nazionale ma quasi mai in campo: il Milan sorride

Zero minuti con l’Olanda, quattro con la Norvegia, ancora zero con Azerbaigian e Malta. Andrea Poli con la Nazionale non è mai stato particolarmente fortunato, anche se adesso dopo le ottime prestazioni con la maglia rossonera Antonio Conte lo convoca sempre in ogni occasione. Ma il centrocampista 25enne non riesce mai a trovare spazio, sempre relegato in panchina o solo pochi scampoli di partita (in Norvegia, ndr), facendo così sorridere il Milan: il giocatore tornerà a Milanello carico e con la voglia di strappare un posta da titolare nella trasferta di Verona.

L’esprienza di Poli con la maglia Azzurra lascia qualche dubbio nella testa di Inzaghi. Anche ieri sera, nel corso del match contro Malta, quando l’Italia doveva cambiare passo, Conte ha preferito lanciare in campo Aquilani al posto di Florenzi rispetto al milanista. Una scelta che per molti è passata inosservata, ma che per i più attenti può essere sinonimo di un giocatore non ancora definitavamente pronto al grande salto fra i big del centrocampo italiano. Perché se Poli è in ottima forma ma non riesce a trovare minuti neanche contro Malta, allora c’è ancora qualcosa che non torna. Ma Inzaghi probabilmente si sfrega le mani: il giocatore è tornato a Milano e presto si allenerà col gruppo in vista della trasferta di Verona dove ci sarà sicuramente bisogno di lui.

“Poli, alla ricerca dello spazio perduto”, potrebbe essere il titolo del prossimo film che vedremo quando il milanista sarà convocato ancora in Nazionale da Conte. Oscurato in Azzurro, determinato a prendersi il Milan: caro Poli, sei pronto al grande salto?

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy