Taarabt: “E’ stato Inzaghi a non volermi al Milan, ma io spero di tornare perché sono stato benissimo”

Adel Taarabt non ha dimenticato il Milan e l’Italia. Il fantasista franco-marocchino ha parlato in esclusiva a ivm.ilcalciomagazine.it, manifestando la sua speranza di tornare presto a giocare nel Belpaese: “Vediamo cosa accadrà.  Io al Queens Park Rangers sto bene, ma il mio desiderio sarebbe quello di ritornare a giocare in Italia. Qui devo dire che mi pagano molto bene, e in Italia sono pochi i club in grado di garantire uno stipendio da 2 milioni e mezzo di euro l’anno: Milan, Juventus, Roma, Napoli e Inter”.

Dopo gli ottimi sei mesi al Milan, pareva certo il riscatto da parte dei rossoneri, che però hanno preferito virare verso altri lidi, su espressa richiesta di mister Inzaghi:”Posso dire che Galliani mi voleva moltissimo, ma Inzaghi no. Ha scelto di puntare su altri giocatori come Menez e Bonaventura. Il Milan è un club molto ricco, ha grandi disponibilità. Se avessero voluto prendermi a 6 o 7 milioni di euro non sarebbero di certo stati un problema per loro. Io credo che il mio cartellino possa valerne anche 15. Il Milan è un grande club e io sono stato veramente bene, con tifosi fantastici”

Pian piano, l’ex Fulham si sta mettendo in forma, dopo un’estate in cui si è allenato poco: “In estate avevo parlato con Redknapp, il nostro allenatore, spiegandogli che volevo ritornare al Milan e in quel momento ero ai margini della rosa. Ora sto bene, ancora poche settimane a pieno ritmo in allenamento e sarò nuovamente in ottima forma

Il suo contratto scade tra un anno e mezzo, ma Taarabt spera di poter lasciare Londra ben prima: “Io penso che a 5 o 6 milioni il QPR mi lascerebbe partire. Già a gennaio per un ritorno al Milan? Vediamo e speriamo…

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy