Milan, palla a Torres. Lo spagnolo a caccia del primo gol a San Siro

Pareggio? No, grazie. Domani sera il Milan torna a San Siro per tornare alla vittoria, che manca dal (lontano) 14 settembre (Parma-Milan 4-5): di fronte il Chievo, un avversario da rispettare ma da battere. Punto.

Per farlo, Inzaghi darà fiducia a Fernando Torres, alla terza gara da titolare di fila. Questa volta una “mano” gliel’ha data Menez, fermatosi ieri in allenamento e verso il forfait: se fino ai giorni scorsi da Milanello arrivavano indiscrezioni sulla riproposizione del 4-3-3 con il francese nuovamente falso nove, ora i piani sono obbligatoriamente cambiati e la probabile panchina dello spagnolo si è trasformata in grande occasione. Per Torres, approfondisce La Gazzetta dello Sport, sarà l’esordio dall’inizio con la maglia del Milan a San Siro. L’obiettivo? Semplice, segnare il primo gol in mezzo alla sua nuova gente. Lo stadio non sarà pieno come con la Juventus, la via della rete però è rimasta la stessa e l’ex Chelsea a Empoli ha dimostrato subito di non aver perso il vizio.

I riflettori saranno puntati su di lui, per una sfida da non sbagliare. I compagni di squadra hanno apprezzato subito professionalità, impegno negli allenamenti e carica contagiosa. Tutte componenti essenziali per stupire, giocare, segnare e lasciare il segno. Torres scalda i motori, il Milan gli dà le chiavi dell’attacco.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy