Sei qui: Home » News » Matri segna il gol decisivo nella sfida vinta dal Genoa contro l’Udinese

Matri segna il gol decisivo nella sfida vinta dal Genoa contro l’Udinese

Il Milan puntava a vincere per approdare in solitaria al terzo posto e invece ha perso a sopresa per 2-0 in casa contro il Palermo. I rosanero passano in vantaggio grazie all’autorete di Cristian Zapata al 23° e raddoppiano con Dybala al 26°. Dopo le due reti in rapida successione, i pochi presenti allo stadio San Siro hanno duramente contestato la squadra di Filippo Inzaghi. I tifosi del Meazza hanno fischiato i giocatori, Menez e Zapata su tutti, e la società. Lontano da Milano, come si saranno comportati i diavoli fuori sede?

Ecco in dettaglio:

Matri, Alessandro (Genoa) – Il Genoa di Matri ha battuto in trasferta l’Udinese per 4-2. Aprono le danze i padroni di casa con Di Natale dopo un minuto di gioco, pareggia Marchese venti minuti più tardi. Passano in vantaggio gli ospiti con Iago al 24°, riporta il risultato in parità Widmer al 41°. Nella ripresa, Matri al 54° segna per i liguri il 3-2 e Kucka all’87° il definitivo 4-2. Oltre alla rete, il bomber ha giocato una sfida da assoluto protagonista dimostrando di essere l’attaccante più in forma del Grifone.

Verdi, Simone (Empoli) – L’Empoli dell’ex centrocampista rossonero ha perso 2-0 in casa contro la Juventus., decidono le reti di Pirlo al 61° e di Morata al 72°. Verdi è rimasto in panchina per tutto il match.

Birsa, Valter (Chievo Verona) – Il Chievo di Birsa ha pareggiato per 0-0 in casa contro il Sassuolo. L’ex centravanti del Milan ha giocato una buona partita, fulcro del reparto offensivo gialloblu.

Nocerino, Antonio (Torino) – Il Torino dell’ex centrocampista milanista ha pareggiato per 0-0 in casa contro l’Atalanta. Nocerino è rimasto seduto in panchina per tutta la partita.

Henty, Ezekiel (ND Gorica) – Il Gorica di Henty ha perso  in trasferta per 1-0 contro il Valenje, decide la marcatura di Jelic al 42°. L’ex rossonero non era tra i convocati di Miran Srebrnič.

Vilà, Dídac (Eibar) – L’Eibar di Didac Vilà ha battuto in trasferta per 3-2 il Rayo Vallecano. Passano in vantaggio gli ospiti con Arruabarrena al 37° e Piovaccari segna il 2-0 al 49°. Una doppietta di Leo Baptistao al 67° e al 68° riporta il risultato sul 2-2. Decide la rete di Arruabarrena all’86° per la doppietta personale e il 3-2 finale. L’ex terzino rossonero non era tra i convocati di Gaizka Garitano.

Robinho (Santos) – Il Santos di Robinho ha perso per 2-1 in casa contro l’International. Passano in vantaggio gli ospiti con Aranguiz al 25°, pareggiano i padroni di casa con Gabriel al 63°. Decide il match il gol di Aranguiz all’81° per la doppietta personale e il 2-1 finale. L’ex attaccante del Milan ha giocato una partita sufficiente anche se non è riuscito a dare il proprio contributo al tabellino dell’incontro.

In Serie B:

Oduamadi, Nnamdi (Crotone) e Fossati, Marco (Perugia) – Il “derby rossonero” tra il Crotone di Oduamadi e il Perugia di Fossati è finito per 2-1 per i siciliani. Allo stadio Ezio Scida di Crotone, passano in vantaggio gli ospiti a causa dell’autorete di Gigli al 44°. Pareggiano i padroni di casa con Torregrossa al 59° e passano in vantaggio con De Giorgio all’83° su rigore. Oduamadi è rimasto in panchina per tutto il match, mentre Fossati è ancora alle prese con l’infortunio subito contro il Frosinone a metà ottobre.

LEGGI ANCHE:  Moratti al veleno sul Milan: l'ha detto sullo scudetto!

Comi, Gianmario e Vergara, Jherson (Avellino) – L’Avellino della coppia Comi-Vergara ha vinto per 1-0 in casa contro il Catania, decide la rete su rigore di Castaldo al 23°. L’attaccante è subentrato ad Arrighini al 75°, mentre Vergara è stato sostituito da Bittante al 28°. Comi ha dato il suo contributo al mantenimento del vantaggio, mentre Vergara è stato costretto a lasciare il campo a causa di un infortunio muscolare alla coscia sinistra. Gli esami strumentali hanno evidenziato una lesione di secondo grado al flessore della coscia sinistra. Il giocatore, il cui recupero è previsto in circa 3 settimane, si sottoporrà a terapie presso Villa Stuart per risolvere il problema muscolare.

Gabriel (Carpi) – Il Carpi di Gabriel ha vinto per 1-0 in casa contro il Vicenza, di Mbakogu al 49° la rete decisiva. Fondamentale l’apporto dell’ex portiere rossonero, ormai titolare inamovibile della squadra emiliana.

Beretta, Giacomo (Pro Vercelli) – La Pro Vercelli dell’ex esterno rossonero ha battuto il Bari per 3-0 in casa, decide la tripletta di Marchi: al 20° su rigore, al 31° e all’85° le tre reti. Beretta non era tra i convocati di Cristiano Scazzola.

Pinato, Marco (Virtus Lanciano) – Il Lanciano di Pinato pareggia in trasferta per 0-0 contro l’Entella. L’ex centrocampista della Primavera è rimasto in panchina per tutta la partita.

Petagna, Andrea (Latina) – Il Latina dell’ex bomber rossonero ha perso per 4-1 in casa contro il Frosinone. Passano in vantaggio gli ospiti con la doppietta di Ciofani al 15° e al 17°, Dionisi al 52° segna il 3-0. Accorciano le distanze i padroni di casa con Mangni al 62°, Curiale al 76° segna il definitivo 4-1. Petagna è rimasto in panchina per tutta la gara.

Tamas, Krisztian e Simic, Stefan (Varese) – Il Varese della coppia Tamas-Simic ha battuto per 2-1 in casa il Modena. Aprono i giochi i lombardi con la rete di Miracoli al 18°, pareggiano gli ospiti con Granoche su rigore al 38°. Decide la sfida la rete sempre di Miracoli al 75° per la doppietta personale e il gol vittoria. Simic è subentrato a Rea ad inizio ripresa, mentre Tamas a Falcone al 72°: buona la prova dei due ex della Primavera milanista.

Benedicic, Zan (Leeds) – Il Leeds di Benedicic ha perso per 3-1 in trasferta contro il Cardiff. Segnano i padroni di casa con Ecuele al 61°, raddoppiano con Macheda al 67°. Accorciano le distanze gli ospiti con Mowatt al 77°, ma Jones sigla il definitivo 3-1 all’83°. L’ex centrocampista della Primavera rossonera non era tra i convocati del neo allenatore del Leeds Neil Redfearn.

In Lega Pro Girone A:

Zigoni, Gianmarco (Monza) – Il Monza di Zigoni ha battuto per 3-0 il Lumezzane, decide la tripletta di Anastasi. All’84°, all’89° e al 92° le tre reti. L’ex rossonero è subentrato a Margiotta al 75° dando la giusta vitalità all’attacco brianzolo e contribuendo alla vittoria.