Gabriel: “Sogno un ritorno al Milan”

Gabriel, portiere rossonero in prestito al Carpi, ha parlato in esclusiva ai microfoni di Calciomercato.com. Sul suo ambientamento in Emilia Romagna: “E’ andato tutto benissimo: ho trovato un bell’ambiente e un bel gruppo, una società organizzata, praticamente una famiglia“. Sul suo dualismo con Kelava: “Sono venuto a Carpi per giocarmi il posto e provare a giocare il più possibile. Sapevo di questa possibilità e, quindi, di dover lavorare e dimostrare sul campo, col lavoro, le mie qualità. Alla prima giornata, il mister scelse Kelava e io ho accettato la sua scelta, poi è toccato a me ed è successo quello che sanno tutti“.

Sul rapporto con il suo attuale allenatore, Fabrizio Castori: “Abbiamo un buonissimo rapporto, un rapporto professionale. Il mister è un grandissimo allenatore e una grandissima persona. In quello che stiamo facendo, c’è tanto anche di suo“. Sui propri punti deboli: “Sono un portiere giovane, so di avere tanti margini di miglioramento. Avevo bisogno di giocare con continuità, per migliorarmi, e sono contento di poterlo fare qui a Carpi“. Sulla situazione attuale del Carpi: “Manteniamo i piedi per terra perchè il nostro primo obiettivo è la salvezza. I nostri valori devono restare l’umiltà e il lavoro. Pensiamo partita dopo partita poi alla fine faremo i conti“.

Sul portiere a cui si ispira: “Mi ispiro a Dida, che ha una storia nel Milan e nella Nazionale brasiliana e che ho avuto la fortuna di conoscere, poi a tanti altri fortissimi portieri come Cech, Neuer, Buffon, Abbiati, tutti portieri da cui imparare e prendere spunto“. Sulle sue squadre preferite: “Tifo per il Cruzeiro, la società nella quale sono cresciuto in Brasile, per il Milan che mi ha portato in Italia e ovviamente adesso per il Carpi“. Sul suo possibile ritorno al Milan: “E’ un mio obiettivo, il Milan è una realtà meravigliosa. Non so se sarà l’anno prossimo, sono giovane e so di dover fare esperienza, io penso a lavorare e a migliorare poi deciderà il Milan“.

In merito al suo rapporto con i giocatori del Milan: “Ho legato ovviamente con i brasiliani, in particolare con Alex, ma anche con Abbiati. E poi seguo tutte le partite in tv“. Sul suo rapporto con Seedorf e Allegri: “Cerco sempre di avere un rapporto professionale con gli allenatori e, con Allegri e Seedorf, è stato così. Sono entrambi due ottimi allenatori, con Allegri ho avuto un rapporto maggiore, perchè è rimasto più tempo con noi, è lui che mi ha fatto debuttare nel Milan, ma anche con Seedorf mi sono trovato bene“.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy