Sei qui: Home » Copertina » Milan-Illarramendi, la trattativa è in stand-by ma potrebbe sbloccarsi

Milan-Illarramendi, la trattativa è in stand-by ma potrebbe sbloccarsi

In casa Milan, in vista della sessione invernale di mercato, uno tra i nomi più caldi è quello di Asier Illarramendi. Il centrocampista spagnolo, classe ’90, nel Real Madrid continua a essere impiegato con il contagocce e non fa parte del giro dei titolari. Nelle prossime settimane, qualora la situazione non cambiasse, potrebbe chiedere (di nuovo) la cessione. Ecco allora che Adriano Galliani sarebbe pronto a entrare in azione, con l’intenzione di regalare a Pippo Inzaghi un centrocampista in grado di svolgere con efficacia la fase di interdizione e di non possesso, dotato di senso della posizione, grinta e dinamismo e abbastanza bravo in impostazione.

Malgrado nei giorni scorsi l’amministratore delegato rossonero abbia avuto seri contatti con l’agente di Illarramendi, a oggi, la trattativa si trova in fase di stallo. Il Real Madrid sarebbe infatti restio a cedere il mediano spagnolo che, nell’estate 2013, era stato prelevato dalla Real Sociedad per trentanove milioni di euro. Tuttavia, nel caso in cui Illarramendi continuasse a fare panchina, nei prossimi mesi, i Blancos potrebbero aprire alla possibilità di lasciare partire lo spagnolo in prestito semestrale (magari senza diritto di riscatto).

LEGGI ANCHE:  Infortunio Theo Hernandez, c'è la data del rientro: le ultime

Una formula, quella del prestito semestrale, che andrebbe di certo bene al Milan, che è intenzionato a rinforzarsi ma che non è disposto a investire cifre astronomiche. Importante, perché l’operazione vada a buon fine, potrebbe essere l’intermediazione di Carlo Ancelotti, che potrebbe convincere Illarramendi ad accettare di approdare in rossonero in prestito. Che dire, nonostante per ora la situazione sia ancora in stand-by, entro il termine della sessione invernale di mercato, le parti potrebbero trovare un accordo. Accordo che permetterebbe al Milan di trovarsi a pochi passi da Illarramendi.