Balotelli era dell’Atalanta, ma in una partitella si giocò tutto

Mario Balotelli poteva essere un giocatore dell’Atalanta. L’ha rivelato il direttore generale dei nerazzurri, Pierpaolo Marino: “Fece un provino con l’Atalanta, ma rovinò tutto rispondendo male a chi dirigeva l’allenamento. Ma me lo ha raccontato proprio chi arbitrò la partitella, il maestro Raffaello Bonifaccio”, continua il direttore generale dell’Atalanta.

All’epoca Balotelli aveva più o meno 13 anni. E i bergamaschi furono, come al solito, tra i primi a fiondarsi sul suo talento. Arrivò il giorno del provino, una sorta di partitella. Ma, secondo Marino, SuperMario rovinò tutto. Giuseppe Mazzocchi, allora vice di Bonifaccio, racconta un’altra versione alla Gazzetta dello Sport: quell’episodio. “Alla prima azione, Bonifaccio fischiò un fallo al giovane Mario, che non la prese bene. Sputò per terra, si levò la maglia e se ne andò. Io provai a chiamarlo, ma lui niente, si diresse negli spogliatoi e poi via… Non ne sapemmo più nulla, anche se quando Balotelli giocava nel Lumezzane andammo ancora a visionarlo e ci ricordammo di lui…”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy