SM ANALISI/ Milan, la difesa resta un flop: la media è di 1,4 gol subiti

Pensate di inziare una partita sempre sotto di un gol. Può sembrare un paradosso, ma è esattamente quello che capita al Milan di Inzaghi. Sì, perché i rossoneri continuano ad avere nel reparto arretrato il loro tallone d’Achille, con 16 gol subiti in undici partite: 1,45 la media a partita. Numeri esagerati visto soprattutto il trend del campionato italiano, che consacra sempre chi subisce meno gol. Perché in qualche modo, prima o poi, la butti dentro. E allora ecco che diventa fondamentale non subirne.

“Il miglior attacco è la difesa”, si sente spesso dire durante le conferenze stampa degli allenatori. Anche Pippo conosce benissimo questa regola e infatti sta correndo ai ripari per cercare di ridurre al minimo i gol subiti. Il Milan, infatti, al momento rappresenta la quinta peggior difesa del campionato, con appunto 16 gol subiti. Peggio dei rossoneri solo il Parma, primo con 28 reti subite; seconda posizione per l’Empoli (19); Cesena, Palermo e Hellas, invece, si contendono il terzo posto tutte con 18 reti incassate. Infine il Cagliari di Zeman: 17 gol subiti.

Fra due settimane è previsto il derby e Inzaghi sa che contro l’Inter sarà fondamentale non subire gol perché là davannti, tra l’estro di Menez, il cinismo di Honda e la velocità di El Shaarawy, il gol può arrivare in qualsiasi momento. Senza dimenticare Torres. Milan, ecco la formula vincente per tornare grandi: subire meno gol. Buon lavoro Pippo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy