I dubbi di De Jong sul rinnovo, forse l’accordo tarda perché…

Dopo mesi di parole ed indiscrezioni, l’accordo tra il Milan e Nigel de Jong sembra da ieri un po’ più lontano. Nonostante il centrocampista olandese abbia più volte manifestato la volontà di rinnovare con la società di via Aldo Rossi, nulla fino ad ora è stato messo nero su bianco e la paura di perderlo la prossima estate comincia ad aleggiare sui tifosi milanisti.

De Jong è certamente un elemento di spessore in questo Milan tanto in campo quanto nello spogliatoio: non è certo una novità che il resto della squadra veda in Nigel un condottiero al quale affidarsi ed anche i tifosi chiedono a gran voce, già dalla passata stagione, che gli venga affidata la fascia di capitano. Il centrocampista classe ’84 è tra i pochi elementi della rosa a disposizione di Inzaghi ad avere ancora mercato ed il contratto in scadenza nel giugno 2015 rappresenta un grosso rischio per il Milan. La mancata qualificazione alla prossima Uefa Champions League potrebbe rappresentare un deterrente per l’eventuale firma sul rinnovo del contratto da parte dell’olandese: de Jong è infatti all’apice della sua carriera e alla ricerca di un ultimo contratto importante con una squadra che gli possa permettere di ambire a trofei nazionali ed internazionali.

L’oranje, secondo voci, avrebbe chiesto al Milan un triennale da 4 milioni di euro annuali, più bonus, a fronte dei 3 milioni percepiti fino ad oggi: difficilmente la società di via Aldo Rossi accontenterà la richiesta del mastino di Amsterdam, più verosimilmente l’accordo si troverà a metà strada. Per ora potrebbe trattarsi anche solo di un pettegolezzo, ma il Milan deve accelerare le operazioni per il rinnovo del suo perno centrale, il quale, ripetiamo, pare ancorato alla causa milanista. Intanto, per il derby de Jong pare recuperato, tra il sospiro di sollievo di tutto l’ambiente rossonero. Per il futuro, invece, non v’è certezza.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy