Un posto per due, un problema: meglio Essien o van Ginkel?

Essien o van Ginkel, questo il principale dubbio in mediana per il Milan in vista dell’Imter. Tutto nasce dal problema muscolare di De Jong, la speranza di recuperarlo c’è ma a bassa voce, dunque necessario pensare ai ripieghi.

L’olandese, per carisma e leadership in campo, non ha veri sostituti, l’unico ad aver qualche somiglianza nelle caratteristiche, ragiona La Gazzetta Sportiva, si chiama Essien. La soluzione più logica, piena di rischi. Il ghanese rimane inadeguato e non è mai riuscito a convincere davvero, ha però nelle corde più sostanza e meno problemi a pressare e recuperare palloni rispetto al giovane ex Chelsea, in svantaggio per un posto negli undici. Van Ginkel vorrebbe dire più possesso e geometrie, ordine e geometrie vincenti rimarranno sempre un rebus fino a quando non giocherà. Servirebbe provarlo, almeno questo. E il derby può essere un’occasione rara per farsi valere.

Senza De Jong e con Montolivo verso la panchina, il centrocampo rossonero rimane in emergenza, a Milanello Inzaghi lavorerà sulle alternative sperando in qualche buona notizia dall’infermeria. Essien o van Ginkel, (forse) solo uno dei due, insieme a loro, ad oggi, Bonaventura e Muntari.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy