SANZIONE CHOC – Calciatore condannato a 8 mesi di reclusione: ecco perchè

Otto mesi di reclusione e 4mila euro di multa per una gomitata a palla lontana: questa la condanna inflitta a un 33enne calciatore di Portogruaro da un magistrato del tribunale di Venezia.
 Il giocatore è stato giudicato colpevole di lesioni dolose per aver colpito un’avversario 30enne residente a Vedelago, con una gomitata a palla lontana nel corso di una partita di Terza Categoria tra Villanova e Biancade. Il colpo, non visto dall’arbitro e sfuggito praticamente a tutti nel dicembre 2009, provocò alla vittima la frattura scomposta dello zigomo destro. Il calciatore condannato, centrocampista del Villanova, come indicano i quotidiani locali, dovrà inoltre ora subire una causa per danni civili. La partita, per la cronaca, fu vinta dal Villanova Portogruaro 4-3.
Sempre dal tribunale di Venezia arrivò una sentenza a suo modo storica nel 1999: Davide Favotto fu condannato anche a lui a 8 mesi di reclusione per aver causato lesioni all’intestino e ai polmoni e la perdita della milza a Andrea Dall’Armellina dopo avergli dato una gomitata. L’episodio risale al 1996: in quel caso le conseguenze furono peggiori rispetto all’ultimo caso visto che Dall’Armellina fu costretto a smettere di giocare.
Fonte: Gazzetta dello Sport

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy