Feltri: “Inzaghi può diventare un punto fermo del Milan. Ma su Cristante…”

Vittorio Feltri è intervenuto oggi a Falla Girare, il varietà della domenica pomeriggio di Radio Reporter. Il direttore ha parlato di Milan, Inter e prospettive dello sport italiano. Primo punto l’atteggiamento di Filippo Inzaghi:Essere aziendalisti non significa mettersi in una posizione sbagliata, significa guardare agli interessi della società. Inzaghi non sta facendo peggio di chi lo ha preceduto, è giovane ha commesso errori, però mi sembra che possa diventare punto fermo del Milan. Ieri con la Sampdoria, che non è una squadra di bassa classifica, è andata bene”.

E ancora sul Milan: “E’ ritornato El Sharaawy, ma mi auguro che non faccia trascorrere altri mesi per il prossimo gol. Bonaventura è stato un buon acquisto, la difesa invece mi lascia perplesso: Bonera si è fatto cogliere di sorpresa, la difesa è sguarnita e commette imprudenze. Diciamo che le squadre che vincono lo scudetto sono molto più attente del Milan”.

Poi sull’Inter: “Assegnare un premio a questa squadra è difficile, darei un Bamba collettivo. Ha un organico modesto, su undici giocatori solo un italiano, che è Ranocchia. Se l’Inter va a comprare molte figure modeste all’estero forse sotto c’è qualche “porcheriola” economica, non si capisce perchè si devono sacrificare quelli della Primavera. La stessa cosa succede al Milan dove è stato ceduto Cristante ingiustamente. Chi combina queste cose andrebbe licenziato”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy