Verso il Sassuolo, il Milan riabbraccia Acerbi: una storia a lieto fine

Il giorno dell’Epifania, dopo la sosta per le festività natalizie, il Milan sarà impegnato nella gara casalinga contro il Sassuolo. Sarà una sfida importante per i rossoneri in ottica classifica e sarà molto speciale per uno degli interpreti: Francesco Acerbi. Il difensore neroverde vanta un breve e poco brillante trascorso nel Diavolo: ha militato nel fila del Milan dall’estate del 2012 al gennaio del 2013, collezionando 10 presenze tra Serie A, Coppa Italia e Champions League prima del suo passaggio in prestito al Chievo. Di ritorno dal veneto, i rossoneri hanno preferito però cederlo al Sassuolo per garantirgli il giusto minutaggio in campo ed evitargli un’altra stagione in panchina. Questa difficile decisione della società rossonera ha però salvato la vita del difensore centrale del Sassuolo.

L’8 luglio del 2013, come confermato dal sito ufficiale della squadra emiliana, viene ufficializzato il suo passaggio in compartecipazione al Sassuolo. Con il club neroverde firma un contratto quadriennale. L’obiettivo principale era quello di cancellare un anno andato storto, sfruttando al meglio la possibilità offerta dalla Famiglia Squinzi. Durante le visite mediche di rito, lo staff medico del Sassuolo gli diagnostica un tumore al testicolo e per questo motivo il difensore è costretto ad un’operazione d’urgenza all’ospedale San Raffaele di Milano. Il difensore venne dimesso regolarmente il giorno successivo, riuscendo poi a debuttare il 15 settembre 2013 nella partita di campionato contro l’Hellas Verona. La felicità però è durata troppo poco.

A causa delle cure post-operazione, è risultato positivo per gonadotropina corionica al test antidoping successivo alla gara giocata in trasferta contro il Cagliari ad inizio dicembre del 2013. Una volta verificato che non sussistevano esenzioni terapeutiche, il giocatore è stato sospeso dal Coni. Durante i controlli di rito per provare a dimostrare la sua innocenza, gli viene diagnosticato nuovamente il tumore. Dopo la seconda operazione d’urgenza che l’ha tenuto lontano dai campi per tutta la scorsa stagione, i medici hanno dichiarato che Acerbi risulta completamente guarito. Questa stagione è iniziata regolarmente e le aspettative su di lui sono molto alte. Dopo la sua cessione, è la prima volta che Acerbi incontrerà il Milan: qualunque sarà il risultato finale, sarà un piacere vederlo di nuovo in campo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy