Armero-Bonera, per loro il Napoli può valere di più. Ecco perché…

Alla vigilia della sfida casalinga contro il Napoli, non arrivano buone notizie dall’infermeria di Milanello. Non recupereranno gli infortunati Alex, De Sciglio ed Abate e per questo motivo Filippo Inzaghi sarà obbligato a schierare per la terza giornata di fila la stessa difesa. In campo ci saranno: la coppia Rami-Mexes al centro, Armero sulla sinistra e Bonera sulla destra. Dopo il successo di Udine e la sconfitta di San Siro contro il Genoa, ora la retroguardia rossonera avrà un’altra possibilità per dimostrare tutto il suo valore. Se i centrali però non hanno sfigurato, i due terzini sono stati spesso messi in difficoltà dagli esterni di turno. La sfida delicatissima del Meazza di domenica sera sarà molto importante per entrambi e sarà il giusto banco di prova per regalare delle valide alternative al tecnico rossonero.

Bonera, dopo le evidenti difficoltà e i diversi errori commessi, dovrà giocare una partita impeccabile. Inzaghi e tutti i tifosi si aspettano una prestazione attenta in fase difensiva e propositiva per la manovra offensiva rossonera. L’obiettivo sarà quello di scacciare i fantasmi dell’errore commesso in occasione della rete di Antonelli che ha deciso la sfida dello scorso fine settimana al Marassi. Il terzino ci ha spesso abituato a questi cali di concentrazione e i conseguenti errori, ma è arrivato il momento che s’inverta la tendenza. A trentadue anni di età e dopo tante maglie rossonere indossate, è ora che prenda in mano la situazione: un giocatore della sua esperienza dovrebbe guidare con semplicità la difesa e non dovrebbe essere il primo a commettere errori fatali.

Armero, arrivato questa estate dopo un Mondiale perfetto, si è impegnato tanto per avere la sua occasione con la maglia del Milan. Contro l’Udinese e il Genoa non ha certamente brillato, ma non ha comunque fatto rimpiangere Abate o De Sciglio su quella fascia. Due prestazioni sufficienti che hanno convinto Inzaghi a riconfermarlo per la partita contro il Napoli, quel Napoli che lo rese celebre e le lanciò nel calcio che conta ad inizio del 2013. Sarà un’emozione particolare e per questo, dovrà impegnarsi al massimo per dimostrare di meritare davvero i colori rossoneri. Il colombiano ed il tecnico rossonero si sono parlati questa mattina a Milanello, Inzaghi avrà approfittato per fargli capire quanto è importante non sbagliare le prossime due partite.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy