Cerci, derby acceso. Il Milan ha un Torres in più da scambiare…

Inseguito, quasi pedinato fino a cinque mesi fa, perso e adesso ancora più vicino di prima. Un paradosso, di nuovo un obiettivo: il Milan, per sopperire all’assenza di Honda (impegnato in Coppa d’Asia a gennaio), sarebbe ripiombato su Alessio Cerci, formalizzando già la prima offerta all’Atletico Madrid.

Lo scenario descritto stamane da Tuttosport e dal Corriere dello Sport ha le stesse fragili basi dei giorni scorsi. L’aspetto positivo della vicenda sta nella disponibilità del club spagnolo a trattare cessione anche a gennaio, però alle sue costose condizioni. Servono i soldi, potrebbero “bastare” 10 milioni di euro, no alle soluzioni di ripiego. Niente prestito insomma, proposto (con diritto di riscatto) senza successo dall’Inter, comunque presente e forte sul giocatore. Il Milan, dopo l’ok del Chelsea, può avere in mano la pedina decisiva per vincere questo derby di mercato, soprattutto convincere gli spagnoli ad uno scambio: Fernando Torres. Per El Nino sarebbe un gradi-o ritorno alle origini, qui ha giocato nelle giovanili e per sette anni (2000-2007) in Prima squadra, un’operazione vantaggiosa anche per i Colchoneros secondo i giornali

L’esperienza biancorossa di Cerci fin qui è stata un fallimento, minimo spazio e prestazioni a singhiozzo, i rossoneri aspettano e sperano che l’ex Torino faccia pressioni per cambiare maglia di fronte al richiamo della Serie A. E’ l’unico modo per sbloccare l’affare, destinato a rimanere lontano.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy