Tempo di bilanci: il dettaglio dei rossoneri lontani da Milanello

Arrivati a metà stagione, è doveroso un punto della situazione per i Diavoli Fuori Sede. Divisi per squadra, abbiamo analizzato il rendimento di ogni singolo giocotore che il Milan ha ceduto in prestito ad inizio stagione. Ecco la lista in ordine alfabetico:

Benedicic, Zan (Leeds) – Il centrocampista della Primavera di Filippo Inzaghi non ha collezionato nessuna presenza con la maglia del Leeds nella Championship inglese, impossibile valutare la sua situazione. VOTO: S.V.

Beretta, Giacomo (Pro Vercelli) – L’ex attaccante della Primavera rossonera ha giocato finora una discreta stagione 11 presenze per lui e due reti segnate. Quando chiamato in causa ha sempre dato il meglio. Nella seconda parte di campionato di Serie B riuscirà sicuramente a mantenersi su questi livelli. Voto: 6,5.

Birsa, Valter (Chievo Verona) – L’attaccante sloveno ha giocato molto, ma reso molto poco. Sedici presenze tra Serie A e Coppa Italia, zero reti e un assist. Davvero troppo poco per poter ambire ad un ritorno al Milan. Voto: 5

Comi, Gianmario (Avellino) – Ottima stagione per l’ex attaccante della Primavera rossonera, per lui 20 presenze e 5 reti tra Serie B e Coppa Italia. Il 2015 sarà in discesa se riuscirà a mantenere la continuità richiesta. Voto: 6,5

Fossati, Marco (Perugia) – L’ex esterno della Primavera del Diavolo è partito in sordina, attraversando anche momenti difficili che l’hanno costretto anche alla tribuna. Con il passare delle settimane è riuscito a ritrovare la forma e a guadagnarsi la fiducia dell’allenatore. Per lui 16 presenze e due reti tra Serie B e Coppa Italia. Voto: 6,5

Gabriel (Carpi) – Stagione perfetta per l’ex portiere del Milan, titolare inamovibile della capolista in Serie B. Il brasiliano ha collezionato 18 presenze e ha subito solo 12 reti, sono 9 le gare concluse senza aver subito un gol. Voto: 7,5

Henty, Ezekiel (ND Gorica) – L’ex attaccante della Primavera del Milan ha scelto la massima serie slovena per rilanciarsi, finora ha collezionato 10 presenze e ha segnato 2 reti. Il nigeriano ha la potenzialità per fare molto di più, nella seconda parte di stagione dovrà fare uno sforzo se vuole contribuire maggiormente alla causa del Gorica. Voto: 6

Matri, Alessandro (Genoa) – L’ex bomber rossonero ha accettato di trasferirsi in liguria per trovare spazio e continuità. La scelta è stata ripagata vista l’ottima stagione del Genoa e il suo ruolino di marcia più che sufficiente. In 15 partite giocate tra Serie A e Coppa Italia ha segnato ben sei reti, numeri che hanno indotto la dirigenza milanista a chiedere uno scambio con Pazzini. La trattativa non è andata in porto, ma la sensazione è che per il numero 32 genoano ci possa essere spazio nel Milan del futuro. Voto: 7

Nocerino, Antonio (Torino) – Il centrocampista milanista, come per Matri, ha accettato la proposta del Torino per riuscire a giocare con costanza. Per sua sfortuna, due infortuni l’hanno tenuto lontano dai campi di gioco per un lungo periodo. Nonostante le 5 presenze in Serie A e le 6 in Europa League, il numero 23 granata è destinato a fare ritorno a Milano il prossimo giugno. Voto: 5

Oduamadi, Nnamdi (Crotone) – L’ex attaccante della Primavera rossonera è partito alla grande con i siciliani collezionando una presenza dietro l’altra. La sua stagione è andata in diminuendo, costringendo l’allenatore ad escluderlo dagli undici titolari. Nonostante ottenga costantemente riconoscimenti in patria, in Italia sta mostrando davvero poco. Nella seconda parte di campionato dovrà riuscire a risollevarsi, per lui 13 presenze e una rete tra Serie B e Coppa Italia. Voto: 5,5

Petagna, Andrea (Latina) – L’ex bomber della Primavera rossonera, con una breve parentesi nella Sampdoria, era atteso a Latina per una stagione da protagonista. Nonostante le aspettative, si è spesso seduto panchina e ha collezionato solo 13 presenze tra Serie B e Coppa Italia. Nel proseguo della stagione saprà sicuramente far valere il suo peso e la sua potenza nell’attacco dei laziali. Voto: 5,5

Pinato, Marco (Virtus Lanciano) – Stagione agrodolce per il centrocampista della Primavera di Inzaghi. Una rete all’esordio in Serie B e cinque partite da protagonista, dopodichè tanta panchina e tribuna. In totale ha collezionato 8 presenze tra campionato e Coppa Italia, con il suo impegno e la sua dedizione riuscirà sicuramente a trovare lo spazio che merita. Voto: 6-

Robinho (Santos) – Per il bomber carioca vale lo stesso discorso di Matri, ha chiesto il trasferimento in patria per trovare i suoi spazi e anche per lui la scelta è stata ripagata. Nel Brasilerao ha collezionato 16 presenze e ha segnato 4 reti, ora nel suo futuro dovrebbero esserci gli USA. Voto: 6

Simic, Stefan (Varese) – Il passaggio del centrale difensivo della Primavera di Inzaghi aveva stupito l’ambiente rossonero, erano in molti a pensare che avrebbe giocato poco a Varese. Non avrà giocato molto, ma quando è stato chiamato in causa ha giocato con grande personalità. Il difensore ceco ha collezionato 13 presenze tra Serie B e Coppa Italia. Voto: 6

Tamas, Krisztian (Varese) – Il terzino della Primavera di Inzaghi è invece passato al Varese per giocare e farsi le ossa in un campionato duro come la Serie B. Per una serie di motivi, l’ungherese è stato preso in considerazione con il contagocce dal tecnico del Varese. Questa situazione ha costretto il Milan a trovare una nuova sistemazione per il numero 14 biancorosso, che ha trascorso una settimana di prova nello Slavia Praga. L’ex rossonero ha messo a referto 7 presenze tra serie cadetta e Coppa Italia, ma ha totalizzato un basso minutaggio che non ci permette di valutarlo. Voto: S.V.

Verdi, Simone (Empoli) – Il fantasista della Primavera rossonera ha finora trascorso una stagione ricca di soddisfazioni. Non ha subito minimamente l’impatto in Serie A, dimostrando di avere le carte in regola per sfondare nel calcio che conta. Con grande personalità ha gestito il centrocampo dei toscani, giocando ad alti livelli tutte le volte in cui è stato chiamato in causa. Finora ha collezionato 14 presenze tra campionato e Coppa Italia, segnando due reti e fornendo due assist decisivi. Voto: 7

Vergara, Jherson (Avellino) – Il difensore rossonero è partito per Avellino sapendo di dover lottare per trovare spazio. Il colombiano non ha deluso le aspettative, riuscendo a mettere a referto 12 presenze e una rete tra Serie B e Coppa Italia. Voto: 6+

Vilà, Dídac (Eibar) – Il terzino sinistro, vittima di ripetuti infortuni, non ha collezionato nessuna presenza nella Liga. Non è quindi possibile valutare il suo rendimento. Voto: S.V.

Zigoni, Gianmarco (Monza) – L’ex attaccante rossonero, seppur subentrando spesso nella ripresa, è riuscito a mettere a referto 14 presenze e a segnare una rete. Nella seconda parte di stagione dovrà lavorare duro per guadagnarsi la fiducia dell’allenatore brianzolo. Voto: 6

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy