Per gennaio Suso “in caldo” e sei possibili cessioni: i dettagli

Meno di un mese al via ufficiale ma si sa, il mercato si muove sempre prima. Galliani lavora da settimane, incamera notizie e muove le sue pedine. Nonostante il filo imprescindibile da non rompere: sistemare le cessioni, poi pensare ai nuovi arrivi. La rosa del Milan ad oggi prevede 27 giocatori (28 con Mastour) e l’anno prossimo le norme imporranno il limite dei 25, ecco spiegato il motivo per cui si dovrà aggiungere solo dopo aver sfoltito. E non poco.

Il quadro generale lo dipinge stamane La Gazzetta dello Sport, iniziando dai due possibili colpi “in caldo”. Il primo è Suso, in scadenza nel 2015: bloccato da mesi, adesso bisognerà capire quanto chiederà il Liverpool per farlo partire a gennaio. Le manovre di avvicinamento ci sono state (per sopperire alla macancanza di Honda, impegnato in Coppa d’Asia, per almeno un mese), fin qui andate male. Il secondo si chiama Okaka, senza rinnovo e inseguito anche dall’Inter, potrebbe avvicinarsi ai rossoneri in caso di addio già in inverno di Pazzini. L’attaccante rossonero piace in Premier, ma soprattutto è tentato dal ritorno alla Samp. Possibile un nuovo terzino sinistro per fare da spalla a De Sciglio. Capitolo uscite: Niang verso l’estero, Saponara piace ad Atalanta e Empoli, Armero-Zaccardo si guardano intorno. Da risolvere anche il nodo van Ginkel: impiegato poco, morde il freno per giocare e se non gli verrà concesso spazio nel finale di 2014 chissà che non possa fare subito le valigie.

Attenzione, infine, alla questione cen-rocampo. Sicuramente il reparto più debole, quindi da rinforzare maggiormente. Tutto sembra dipendere da De Jong ed Essien, i quali, secondo la Rosea, difficilmente verranno confermati al prossimo giugno. Un colpo di scena nel caso dell’olandese. Se non andranno via a stagione in corso, Brozovic, per esempio, bisognerà scordarselo.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy