Saporito (ag. FIFA): “Il Milan doveva puntare sul Faraone anni fa. Riflettori su Obiang”

Ci avviciniamo pericolosamente alla fine di un altro anno. E per quanto sia rassicurante che certe cose non cambino mai, quando si parla di AC Milan non è così. I rossoneri sono ancora alla disperata ricerca di qualcosa (o qualcuno), capace di rovesciare le sorti di una squadra che pur combattendo con le unghie e con i denti non è ancora uscita dalla crisi. Ecco perché il mercato di gennaio è di fondamentale importanza, ed ecco perché i riflettori rossoneri sono già puntati su Obiang a centrocampo. Futuro burrascoso quello che si preannuncia invece per Fernando Torres, che potrebbe partire già nel corso del mercato invernale.

A parlare dell’avvenire rossonero è l’agente FIFA Giuseppe Mattia Saporito, in esclusiva per IlSussidiario.net: “Non sarei sorpreso se i rossoneri perdessero Torres. E’ da almeno due anni che lo spagnolo non sta facendo bene e non capisco perché il Milan abbia voluto puntare su di lui. Torres ha fatto molto bene ai tempi del Liverpool, so che sarebbero interessati a riprendersi il giocatore. E poi hanno Balotelli che non riesce a segnare, il Milan non perderebbe tanto senza l’ex Atletico Madrid.

El Shaarawy? è un grande talento, anche il Borussia di Klopp sa che potrebbe dare molto. Il Milan ha sbagliato anni fa con l’arrivo di Balotelli. Prima del suo arrivo infatti, il Faraone stava trascinando il Milan a suon di grandi prestazioni, ma con l’arrivo dell’italiano El Shaarawy non ha più dimostrato le proprie doti. Il Milan ha puntato troppo su Balotelli dimenticandosi di El Shaarawy.

Immobile? resterà al Borussia per tirarlo fuori dai guai in Bundesliga e dimostrare di essere un grande giocatore.

Obiang può essere il giocatore giusto per il centrocampo del Milan visto che riesce a fare entrambe le fasi di gioco. Però la Sampdoria sta volando in campionato, difficile che Mihajlovic accetti la cessione”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy