Torres, il grande escluso. Anche Pazzini lo supera nelle gerarchie?

Una vittoria può nascondere più di uno sconfitto, l’avversario, ovvio, ma anche qualcuno dei tuoi. E’ il caso di Fernando Torres, il grande escluso di Milan-Udinese.

Tornato in panchina dopo la maglia da titolare nel derby, lo spagnolo ha preso freddo dall’inizio alla fine, rimanendo a guardare anche nella ripresa. Nessuna inquadratura, mai uno spiraglio nella gestione dei cambi di Inzaghi: l’attacco, senza di lui, funzionava a meraviglia. Si ritorna inevitabilmente a parlare della condizione, del dualismo con Menez, del gioco del Milan, scucito dalle sue caratteristiche. Un giocatore da recuperare, in ogni senso possibile. Ma l’episodio con i friulani, secondo il Corriere della Sera, può avere un risvolto peggiore del normale. Si perché se Menez non avesse superato la febbre avrebbe giocato Pazzini, poi suben-rato nel finale: Torres, ieri, non era nemmeno la prima alternativa.

Problema serio. L’ex Chelsea proseguirà ad essere elogiato da SuperPippo per voglia e impegno, però sul campo rischia di scivolare ancora più in basso, superato dal Pazzo, osannato da San Siro. Il popolo rossonero, forse, ha già scelto.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy