Ritorno alle origini per Bonaventura

La partita contro il Napoli è un bivio decisivo per le ambizioni rossonere in questa stagione, poiché i partenopei, pur non mostrando un andamento costante, sono certamente i favoriti per il terzo posto finale, obiettivo dichiarato dei rossoneri, come ha sottolineato con decisione Silvio Berlusconi nella consueta visita a Milanello di venerdì

Per provare a battere la squadra di Benitez, Inzaghi sembra aver scelto un tridente offensivo più quadrato, lasciando in panca un Honda in fase calante e spostando in avanti Giacomo Bonaventura, che completerà il reparto con Menez ed El Shaarawy. Il motivo principale che ha spinto mister Inzaghi ad avanzare il numero 28 è certamente il rientro di Montolivo, che reclama il suo spazio a centrocampo insieme all’insostituibile De Jong e a uno tra Poli e Muntari.

L’ex atalantino, dunque, torna in un ruolo che a lui non dispiace, a differenza di quanto spesso si pensa. Il suo primo gol rossonero, infatti, è arrivato proprio quando era schierato nel trio d’attacco, allora completato da Menez e Honda, al suo esordio con la maglia del Diavolo, nella rocambolesca vittoria di Parma per 4-5.

Inoltre, per Bonaventura non si tratta di un ruolo inedito, ma addirittura di un ritorno alle origini, visto che con l’Atalanta Colantuono lo ha spesso schierato nel tridente offensivo con Denis e con, a turno, uno tra Livaja, Estigarribia o Moralez, ottenendo i grandi risultati che noi tutti sappiamo. Tra l’altro, si tratta di una soluzione che potrebbe essere destinata a non avere vita breve, indipendentemente dai risultati.

A gennaio, infatti, con la partenza di Honda per la Coppa d’Asia, è altamente probabile che Inzaghi, in attesa di possibili ma non probabili operazioni di mercato, schieri con costanza Bonaventura nel tridente offensivo, soprattutto se il centrocampo rossonero dovesse rimanere quello attuale, anche perché Menez continua a dare ottime garanzie da prima punta e appare sempre più difficile poter vedere in campo un tridente Menez-El Shaarawy-Torres, specie se il Niño  continua a steccare.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy