GaSport, il gruppo si sfalda e l'infermeria si riempie: crisi Milan

GaSport, il gruppo si sfalda e l’infermeria si riempie: crisi Milan


E’ un Milan frantumato in tanti piccoli pezzi. Il campo prima lo ha illuso e poi sbeffeggiato, l’infermeria è di nuovo una calamita che attrae muscoli e caviglie, lo spogliatoio si sta strappando e Inzaghi inizia a sudar freddo. Il punto è che c’è poco da salvare in un Milan senza gambe e senza cuore. Il disastro di ieri con l’Atalanta ha solo acuito una crisi già iniziata da tempo.

Il gruppo si sta sfaldando: come rivela La Gazzetta dello Sport, oltre al battibecco Abate-Cerci (smentito però dalla società) c’è da registrare un altro dissapore. Alla fine della partita, Pazzini e Abate hanno sollecitato la squadra affinché salutasse la Curva Sud. Solo 7-8 giocatori hanno risposto presente. Gli altri (Menez primo fra tutti) hanno preferito entrare nel tunnel ed evitare il bagno di umiltà.

Come se non bastasse, Inzaghi si ritrova a fare di nuovo la conta degli infortunati. Ieri si è fermato anche Bonera: per lui stiramento o addirittura strappo. Si teme lungo stop. Anche El Shaarawy, dopo un contrasto con Benalouane che gli impediva anche solo di poggiare la gamba a terra, ieri sera è andato in ospedale per controlli, che hanno dato però esito negativo.

Chi Siamo

Spazio Milan è un giornale online in cui troverai sempre le ultimissime news sull'AC Milan, foto, calciomercato, video, magazine, informazioni utili, prezzi dei biglietti e orari di mezzi di trasporto per San Siro.

Nuovevoci

Appendice sportiva della testata giornalistica "Nuovevoci" - Aut. Tribunale di Torre Annunziata n. 3 del 10/02/2011

Direttore responsabile: Pasquale Giacometti

Direttore editoriale "SpazioMilan.it": Christian Pradelli

Iscrizione al Registro degli Operatori per la Comunicazione n. 22640, autorizzazione della Lega Serie A all’esercizio della cronaca audio/video.

Testata non ufficiale e non autorizzata da AC Milan

Contatti: ufficiostampa@nuovevoci.it

Copyright © 2015 Cierre Media Srl

Preferenze privacy