Caliendo (ag. FIFA) a SM: “Questo mercato è obsoleto, non prenderò mai più un box a Milano. Il Milan risorgerà, a giugno Berlusconi…”

Antonio Caliendo, agente FIFA, è intervenuto nel corso del programma SpazioMilan durante la trasmissione su Top Calcio 24: “Questo mercato non mi piace, lo ritengo obsoleto e poco professionale. Si fa solo confusione, per aspettare sempre le ultime ore per fare corse incredibili per chiudere tutte le operazioni. Il mercato di gennaio andrebbe eliminato oppure si dovrebbe fare in maniere differenti. Siamo a questo punto perché siamo rimasti ad ancorati ai bei tempi nostri. La gente oramai corre, ma il mercato cammina. Non prenderò più un box a Milano e penso che per me questo mercato è chiuso per sempre”.

“Milan? Parlo anche per l’Inter: se prima Milano primeggiava con la Juventus, – continua Caliendo –, ora c’è una fase di declino che dovrebbe portare ad una rinascita. Milan e Inter sono al fondo, ora devono pensare a ricostruire con metodi diversi ed aggiornati. Lo dico con grande semplicità e amarezza. Le due società devono capire a livello finanziario come sono messe, sennò diventa impossibile fare un mercato di livello. Ma io so che nel Milan presto potrebbe esserci un cambiamento, Berlusconi è una persona che non vuole perdere e questa situazione gli da sicuramente fastidio. Da giugno il Milan rinascerà”.

“Taarabt? I bilanci di oggi, – conclude Caliendo –, sono da tenere più in considerazione rispetto ad anni fa. Sia Milan che Inter avevano altre esigenze e hanno preferito non puntare sul giocatore”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy