Sacchi: “Troppi ragazzi di colore nelle nostre giovanili”

“L’Italia è senza dignità, non ha orgoglio: non è possibile vedere squadre con quindici giocatori stranieri“. E’ un j’accuse pesante quello che arriva da Arrigo Sacchi, ex coordinatore delle nazionali giovanili. “A guardare il Torneo di Viareggio – ha aggiunto lo storico tecnico del Milan intervenendo alla consegna dei premi Maestrelli a Montecatini Terme – mi viene da dire che nel nostro vivaio ci sono troppi giocatori di colore, anche nelle squadre Primavera. Non sono certo razzista, la mia storia parla per me, ma il nostro calcio deve dimostrare più orgoglio”. Poi a Gazzetta.it ha precisato meglio il concetto: “Sono stato travisato, figuratevi se io sono razzista. Ho solo detto che ho visto una partita con una squadra che schierava quattro ragazzi di colore. La mia storia parla chiaro, ho sempre allenato squadre con diversi campioni di colore e ne ho fatti acquistare molti, sia a Milano che a Madrid. Volevo solo sottolineare che stiamo perdendo l’orgoglio e l’identità nazionale”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy