Sacchi precisa: “Non sono razzista ma si perde identità nazionale”

Dopo le controverse dichiarazioni di Montecatini Terme, Arrigo Sacchi ha precisato alla Gazzetta dello Sport i contenuti dell’intervista. “Sono stato travisato” –ha spiegato l’ex allenatore rossonero- “Figuratevi se io sono razzista.

Ho solo detto che ho visto una partita con una squadra che schierava 4 ragazzi di colore. La mia storia parla chiaro, ho sempre allenato squadre con diversi campioni di colore, sia a Milano che a Madrid. Volevo solo sottolineare che stiamo perdendo l’orgoglio e l’identità nazionale”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy