Conte: “Dopo la Nazionale un club in Italia. Su Sacchi dico che…”

Antonio Conte, in un’intervista rilasciata al settimanale “Chi” parla della sua attuale esperienza da ct, ma non solo. Queste le sue dichiarazioni.

Adesso lavoro per la Nazionale, dopo penserò se sposare un buon progetto di un club. A me piace lavorare e mi sono accorto che in questo contesto è molto difficile farlo. Penso ad ottenere qualcosa di importante all’Europeo, costruendo la squadra con un mix tra giovani e vecchi. Rispetto al 2006, quando Lippi vinse il Mondiale, si poteva contare su una vasta scelta: quasi il 65 %, oggi io ho a disposizione un 33-34 % di giocatori italiani. Dispiace per quello che ha passato Sacchi, le sue parole sono state fraintese e non erano di certo razziste. Ma in Italia tante volte ci facciamo male da soli”.

Siamo su Google News: tutte le news sul Milan CLICCA QUI

Preferenze privacy