Sei qui: Home » Copertina » Inzaghi: “Meritavamo di vincere. Oggi gioco ed occasioni, ma ci è mancata la cattiveria”. Le parole a Sky, Premium, Rai e Milan Channel

Inzaghi: “Meritavamo di vincere. Oggi gioco ed occasioni, ma ci è mancata la cattiveria”. Le parole a Sky, Premium, Rai e Milan Channel

Così Filippo Inzaghi ha analizzato il pareggio casalingo di questa sera contro la Sampdoria:

SKY SPORT

L’infortunio di Destro? Dispiace per Mattia, speriamo sia nulla di grave. Sono contentissimo della squadra, abbiamo fatto un grandissimo primo tempo, non si può creare così tanto e non trovare la rete. Abbiamo fatto uno dei migliori primi tempi della stagione, nella ripresa la Samp ha cambiato qualcosa perchè era in difficoltà, e abbiamo preso un gol evitabile, ma la reazione è stata ottima e abbiamo preso anche un palo con Suso. Non posso rimproverare nulla alla squadra, dobbiamo continuare a giocare con questo spirito, meritavamo di vincere, è mancato il gol perché siamo stati poco cattivi. Veniamo da partite giocate bene, oggi di negativo c’è solo il risultato, non dobbiamo guardare la classifica, se continuiamo così ci toglieremo delle soddisfazioni. Le speranze non le perdiamo oggi, abbiamo avuto tanti inconvenienti durante la stagione, ora coi vari recuperi stiamo andando meglio. Oggi ci è andata male per sfortuna ed imprecisione, ci sono stati gioco ed occasioni, è mancata solo la vittoria, ma sono contento dello spirito e dello gioco espresso soprattutto nel primo tempo. Vado avanti per la mia strada, dovevamo fare meglio nel campionato, ma oggi abbiamo fatto bene. Pretendo tanto da me stesso, proverò a fare ancora il massimo fino al termine della stagione. Suso? E’ entrato bene sia a Palermo, sia stasera, doveva abituarsi al nostro campionato, ma penso potrà diventare un giocatore molto importante per il Milan“.

MEDIASET PREMIUM

Sinisa ha cambiato qualcosa in corsa con Eder su Abate, di certo nel secondo tempo i primi 20 min potevamo fare di più. C’è stato anche il palo di Suso, siamo cresciuti. Chiaro che quando arrivi con l’acqua alla gola ti può andar male. Domenica abbiamo il derby, finché la matematica non ci condanna dobbiamo crederci. E’ chiaramente una battuta d’arresto, ci sta che ti possa andar male qualcosa quando sei in questa situazione. Sappiamo che avremmo dovuto fare più punti prima. Penso che il gioco della squadra questa sera sia stato buono, dovevamo fare qualche gol in più, questa è la pecca di questa sera. Il nostro obiettivo deve essere giocare alla morte ogni partita, per Milano il derby è una gara particolare ma vale sempre 3 punti. Eto’o vicino agli attaccanti ha permesso il gol, avremmo dovuto essere più bravi noi. Il palo di Suso avrebbe cambiato i giudizi, dobbiamo continuare a giocare un buon calcio. Col 4-3-3 sviluppiamo meglio il nostro gioco, ma in una situazione dove devi recuperare ho avvicinato Menez al centravanti. Tutti i sistemi di gioco hanno dei pro e dei contro. Suso titolare nel derby? E’ importante per noi, ma abbiamo anche Honda e Cerci. Cerci a Palermo ha fatto bene, oggi ha fatto tiri importanti. Suso aveva bisogno di inserirsi, ha un bello spirito e sarà importante per il futuro del Milan. I troppi pareggi sono un rimpianto, il nostro campionato è stato strano: fino a dicembre avevamo fatto il calcio di queste ultime quattro. Tra gennaio e febbraio abbiamo avuto diverse vicissitudini, ora anche 7 punti in 3 partite non vanno bene. Ma tutto deriva a quello che non abbiamo fatto prima, altrimenti andrebbe bene. Le voci sul futuro? Io sono concentrato sull’obiettivo, sono sereno e vado avanti per la mia strada facendo il bene del Milan“.

LEGGI ANCHE:  Qatar 2022, cambia la data dell’inizio del Mondiale? La notizia

RAI

Abbiamo fatto una buona partita, dovevamo chiudere il primo tempo in vantaggio. Nella ripresa dovevamo fare di più, loro hanno messo Eto’o dietro le punte e ci hanno colpito in una ripartenza. Suso? Sarà un valore aggiunto in questo finale di stagione. Futuro? Io vado avanti a lavorare, i risultati sono l’unica ricetta. Non esiste la perfezione, devo migliorare e far dare il massimo a questa squadra. La classifica non sorride, ci vuole questo spirito e poi a fine stagione trarremo lo conclusioni. Ogni partita imparo sempre qualcosa, ma parlare dopo è sempre più facile. È il mio primo anno in Serie A quindi io vado avanti per la mia strada… Oggi meritavano di vincere, ma da domani penseremo subito al derby“.

MILAN CHANNEL

“La pecca è stata chiudere il primo tempo senza andare in vantaggio. Abbiamo costretto Eto’o a fare il difensore e, infatti, Abate e Cerci hanno fatto molto bene su quella catena. Ci è mancato il gol nel primo tempo, dovevamo essere più cattivi.Poi Eto’o ha trovato un passaggio illuminante ed è diventato tutto difficile. Abbiamo comunque avuto una buona reazione. Cambi? Sapevo di aver Suso e l’ho messo appena ho potuto. Cerci veniva da una grande partita a Palermo e ha fatto sessanta minuti bene. Suso potrà essere importante per questo Milan”.