Sei qui: Home » Copertina » Nemmeno matematicamente salvi

Nemmeno matematicamente salvi

Simone Basilico è nello staff di SpazioMilan.it dalla sua nascita, l’8 marzo 2011, ed è una delle prime firme del sito, specializzato nel settore giovanile rossonero.

E’ il 21 aprile, sono passati 233 giorni dall’inizio del campionato e dopo 31 giornate di campionato non siamo neanche ancora matematicamente salvi. Ma va, impossibile. Cosa? Sì, esatto. Ma stai scherzando? No, hai capito benissimo. Rileggere quello che ho scritto non cambierà la sostanza dei fatti: il Milan non è ancora salvo. Hey, ma dove vai: inutile andare a controllare la classifica, ti sto dicendo la verità. Non mi credi? Dovresti. Prima lo metabolizzi e prima potrai continuare a leggere questo editoriale. Buona fortuna, te ne servirà tanta per andare avanti.

La classifica sei già andato a controllarla personalmente, inutile che io stia qua a descriverti come il Cesena in sette partite possa ancora fare 21 punti, mentre noi abbiamo solamente 20 lunghezze di vantaggio sui romagnoli. Suona strano a dirlo, pensa te a scriverlo: dopo più di sette mesi di campionato, non siamo ancora salvi da questa stagione da incubo. Nata con tante belle premesse poi scoppiate come bolle di sapone al primo ostacolo. E neanche un derby, improvvisamente trasformato in salvagente di una annata senza senso, ha dato una svolta alla quotidiana monotonia in casa Milan. Oramai proseguiamo per inerzia: scriviamo, parliamo e ci informiamo di questi due colori, rosso e nero, senza un reale interesse passionale, semplicemente perché siamo abituati a farlo e continuiamo questo moto rettilineo uniforme in attesa di qualcosa che ci faccia pensare ad altro. In fisica si parla di primo principio della dinamica, nella realtà è uno strazio senza un briciolo di logica.

LEGGI ANCHE:  Atalanta-Milan, Pioli farà esordire dal primo De Ketelaere? Le ultime

Domenica 31 maggio, infondo sono solamente 40 giorni. Per cosa? Per la fine dello (quale?) spettacolo, per ammirare il sipario che si chiude, per dichiarare definitivamente morta e sepolta l’ennesima stagione fallimentare. Oramai la seconda consecutiva, per aumentare l’allarmismo. Ma cosa dico: infondo è più bello vincere lo Scudetto del marketing, giusto Silvio?

Twitter: @SBasil_10