Montolivo, adesso sarà dentro o fuori. E De Jong non è già perso

Il mercato è appena cominciato e per il Milan si annuncia un’estate rovente e lunghissima. Il ruolo in cui i dirigenti rossoneri sono consapevoli di dover lavorare tanto è, senza ombra di dubbio, il centrocampo. Allo stato attuale delle cose, i soli Poli e Montolivo sono sicuri di restare a Milanello, con De Jong e Van Ginkel di cui è ancora da valutare la posizione ed Essien e Muntari che hanno già fatto le valigie per altri lidi. Si fanno i nomi di Kondogbia, Baselli, Soriano, Jose Mauri e Bertolacci, ma, al momento, i due centrocampisti principali della rosa rossonera restano Riccardo Montolivo e Nigel De Jong.

Per il primo, la prossima sarà la stagione della verità. Dopo una prima stagione discreta, una seconda deludente ed una terza contraddistinta da infortuni e noie muscolari (condita però anche da prove insufficienti), il capitano rossonero dovrà dimostrare di meritarsi quella maglia e quella fascia. I tifosi del Milan, a volte anche ingiustamente, lo criticano e non lo amano, lui dovrà far ricredere tutti e rinascere. Il suo 2015/2016 dovrà essere la stagione del suo riscatto, dove carattere e personalità dovranno uscire fuori per dare un calcio alle critiche ed evitare di archiviare la sua esperienza al Milan come un flop assoluto.

LEGGI ANCHE:  Milan, le ultime news dall'infermeria: c'è la data per il rientro di Ibra!

Altro discorso va fatto per Nigel De Jong. Il mediano olandese nelle ultime due stagioni ha compensato con cuore e grinta alle nefandezze tecniche e, nello squallore generale, è sempre stato tra i pochi a salvarsi. Fino a qualche stagione fa sembrava scontato un suo addio visto un contratto in scadenza e la sua voglia di cambiare. Il Manchester United sembrava essere ad un passo dal suo ingaggio. Poi è arrivato Mr. Bee e la possibilità di costruire una squadra di livello, ma soprattutto è arrivato Sinisa Mihajlovic che sembra avere stima in lui. Contemporaneamente sono sparite le voci di mercato nei suoi riguardi e un addio che sembrava già scritto, ora potrebbe non essere poi così scontato.

Sei qui: Home » Copertina » Montolivo, adesso sarà dentro o fuori. E De Jong non è già perso