Addio a Kondogbia, risveglio da incubo. Galliani torna a mani vuote. E riparte il calciomercato

Dal rossonero al nerazzurro: la maglia di Geoffrey Kondogbia ieri ha cambiato spesso colore. Un’asta al rialzo devastante che alla fine ha premiato Ausilio e Fassone. Il tifo milanista si è svegliato ancora una volta sconsolato e abbattuto: quel tanto atteso centrocampista che doveva portare forza, freschezza e talento nel centrocampo di Mihajlovic alla fine ha preferito l’Inter.

Ancora una volta Inter e Milan: dopo Ibrahimovic, Suazo, Bonaventura e Cerci la storia continua. Ne ha beneficiato Kondogbia in prima persona e il Monaco che alla fine incasserà circa 40Ml più bonus dall’Inter. Una cifra troppo elevata guardando le statistiche del centrocampista: appena 2 gol quest’anno. Ma il presunto patto tra Galliani e Fassone con la chiamata del primo deve far riflettere. “Imbula e Miranda a voi, Kondogbia a noi” – avrebbe detto l’Ad milanista a quello interista. Ma il mercato è un tourbillon di trattative con sgarbi e colpi bassi. Morale della favola: Miranda e Kondogbia all’Inter che ad oggi ha in pugno anche Imbula.

LEGGI ANCHE:  Lista Champions del Milan: la decisione ufficiale su Ibrahimovic e Maignan!

E’ una sconfitta totale per la società di Via Aldo Rossi che dopo i vari summit, incontri e cene torna a Milano a mani vuote. Tanto per cambiare verrebbe da dire ai tifosi milanisti. Domani sarà un nuovo giorno di mercato e perso anche Jackson Martinez si ripartirà da zero. Come i soldi spesi finora. Per Galliani un vantaggio, per altri un handicap. Il calciomercato continua, il Milan riparte, ancora una volta, dalle macerie.

Sei qui: Home » Copertina » Addio a Kondogbia, risveglio da incubo. Galliani torna a mani vuote. E riparte il calciomercato